I sinistri denunciati alle imprese di assicurazione italiane

Nella tabella che segue è riportato il numero dei sinistri denunciati alle imprese di assicurazione italiane dal 1994 al 2012.

Nel 2012 il loro numero è pari a 31.200, di cui quasi 19.500 relativi a polizze stipulate dalle strutture sanitarie.

Nel triennio 2010-2012 i sinistri denunciati sono diminuiti di oltre l’8%. Quelli relativi alle strutture sanitarie diminuiscono dell’1%, mentre quelli relativi alle polizze dei professionisti rimangono sostanzialmente invariati.

tav2-numero-sinistri-denunciati

 

La tabella successiva mostra, invece, il numero dei sinistri che l’impresa di assicurazione chiude senza effettuare alcun pagamento (c.d. senza seguito).

Dal 1994 al 2002 oltre i due terzi dei sinistri denunciati alle compagnie, sul totale della r.c. medica, sono stati chiusi senza seguito. In particolare, la percentuale è più elevata per  i sinistri relativi alle strutture sanitarie: il 71%. Ciò potrebbe essere causato dalle duplicazioni delle denunce per lo stesso sinistro (sia nei confronti della struttura sanitaria sia nei confronti del medico coinvolto), denunce che vengono chiuse, poi, senza seguito dalla compagnia in quanto riconducibili ad un unico sinistro.

Il 60% dei sinistri relativi alla r.c. professionale non dà seguito a risarcimento.

tav3-sinistri-denunciati-senza-seguito

La tavola che segue riporta, per i settori della r.c. medica (strutture sanitarie e professionisti medici), la percentuale del numero di sinistri liquidati e la percentuale del numero di quelli riservati rispetto al numero complessivo dei sinistri denunciati per anno di protocollazione, ossia per ciascun anno di presa in carico della denuncia da parte dell’impresa di assicurazione.

Le percentuali dei sinistri liquidati sono basse per le generazioni più recenti di sinistri in quanto è generalmente incerta sia l’effettiva responsabilità dell’assicurato sia l’entità del danno.


tav7Fonte: ANIA – Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici