Archivi categoria: Dati e Statistiche

Le richieste di risarcimento danni da “malpractice” in Francia

Di seguito l’andamento del numero delle richieste di risarcimento danni da “malpractice” in Francia dal 2003 al 2012.

Fonte: i dossier di ANIA – Malpractice, il grande caos

24-francia-crescita-costante

 

La legge n. 303/2002 ha affiancato al sistema di responsabilità civile un sistema “no fault” a carico dello Stato per determinate tipologie di danni medici (infezioni nosocomiali, contaminazioni da virus dell’epatite C nelle trasfusioni sanguigne, danni causati da terapie mediche d’urgenza, vaccinazioni obbligatorie). Per la gestione delle richieste di risarcimento di tali danni è stato istituito un fondo per il risarcimento di incidenti medici (Oniam). Continua la lettura di Le richieste di risarcimento danni da “malpractice” in Francia

I casi di “malpractice” in Gran Bretagna

In Gran Bretagna i medici del servizio sanitario inglese si iscrivono volontariamente alla National Health System Litigation Authority, organismo che si occupa della copertura della responsabilità civile medica.

Tale organismo gestisce i sinistri, provvedendo ai risarcimenti e difendendo il personale sanitario nel caso di richieste di risarcimento infondate o pretestuose.

Il 96% dei sinistri è risolto in via stragiudiziale. Nell’anno 2012-2013 il Nhsla ha gestito 10.129 sinistri sanitari con un tempo di gestione di 1,29 anni a sinistro.

Fonte: i dossier di ANIA – Malpractice, il grande caos

23-casi-malpractice-granbretagna

Confronto fra gestione assicurativa e gestione autoassicurativa: l’esperienza della Toscana

 

 

 

 

 

Come mostrato dalla tabella che segue, il numero delle pratiche definite relative a richieste di risarcimento danni in Toscana è passato dalle 99 del 2008 (gestione “assicurativa”) alle 848 e 884 del 2010 e del 2011 (primi due anni di gestione “autoassicurativa”).

Il tempo medio di definizione delle pratiche è passato da 433 a 157-158 giorni.

Fonte: i dossier di ANIA – Malpractice, il grande caos

 

21-toscana-confronto-gestione-assicurativa-e-diretta