Tutti gli articoli di osservatorio osservatorio

DDL GELLI S-2224

Riprende questo pomeriggio al Senato l’esame del DDL Gelli dopo il rinvio del 24 novembre scorso,  la sospensione dei lavori d’aula seguita al referendum dell’8 dicembre scorso ed alle festività. L’esame proseguirà nei giorni successivi.

 

http://www.senato.it/2767

11° Forum Sirk Management in Sanità- L’intervento del Presidente dell’Osservatorio Sulla responsabilità medica

Nel corso dell’incontro di approfondimento sul DDL Gelli, ed in particolare nel dibattito sull’art. 10 del medesimo disegno di legge è intervenuto, nel suo ruolo di Presidente della sessione l’Avv. Natale Callipari, Presidente dell’Osservatorio sulla responsabilità medica. Riportiamo brevemente le sue riflessioni:

In questo articolo si vede la tensione del legislatore sulle problematiche sostanziali della materia sanitaria, allo stesso tempo si vede il tentativo di contemperare interessi contrapposti, al fine di creare meno problemi possibile.

Il legislatore tuttavia ha creato un problema inaccettabile ossia l’istituzionalizzazione dell’autoassicurazione, situazione che per lo più è una non assicurazione. Il legislatore sta creando e legittimando un controsenso.

Le normative prevedono l’assicurazione di tutti i professionisti per i danni cagionati ai terzi, deve assicurarsi anche l’avvocato e non si obbligano all’assicurazione vera e propria gli ospedali.

Ciò è fuori da ogni logica normativa, ma frutto solo della necessità contingente della realtà dei fatti, in una situazione in cui i premi assicurativi erano così  elevati da non consentire più la stipula di assicurazioni.

E’ evidente che si tratta di un periodo e di una patologia del sistema che va superata.

La gestione ed il confinamento del rischio clinico auspicata e determinata dal presente disegno di legge, la pubblicità dei dati di sinistrosità, il coinvolgimento di tutti i soggetti nella determinazione delle strategie preventive, la determinazione e l’aggiornamento delle linee guida dovrebbe consentire una riduzione degli aventi avversi e dei sinistri tale da consentire un re ingresso delle assicurazioni nel mondo della medicina, con la calmirazione dei prezzi dei premi assicurativi.

L’approvazione e l’applicazione di questo disegno di legge, dovrebbe quindi consentire un progressivo ritorno alla normalità.”callipari1

11° Forum Risk Management -IL DDL GELLI- Il punto di Vista del Ministero della Giustizia

Continuando il plauso, già esposto dalla Dott.ssa Farina, sull’unificazione normativa dei criteri di liquidazione del danno già dettati per il codice delle assicurazioni private, il Dott. Vincenti non ha mancato di sollevare alcune perplessità sull’applicazione concreta delle tabelle medesime senza alcuni correttivi quali i criteri di liquidazione dei prossimi congiunti del danneggiato.

Egli ha inoltre manifestato delle perplessità sul c.d. “doppio binario” della responsabilità cui soggiacerebbero il medico e la struttura.

Egli ha posto l’accento (poi ribadito con maggior vigore nella sessione successiva dal Dott. Grisillo) della particolare situazioni in cui si troveranno i medici di medicina generale i quali nella generalità dei casi non operano all’interno di strutture sanitarie o sociosanitarie, i quali si troveranno ad accedere necessariamente ad una polizza professionale personale.

Il dott, Vincenti ha anche osservato la discriminazione de facto posta dalla mutuazione -dal diritto assicurativo in tema di circolazione dei veicoli- dell’azione diretta nei confronti della struttura e del medico nella stessa operante.

Tuttavia tale possibilità non è prevista per il medico che operi all’esterno di una struttura sanitaria.

Può essere degno di plauso il tentativo di non onerare il medico di essere presente nel giudizio, ma qualora il danneggiato lo citi in giudizio non è stato creato un omologo normativo dell’art. 132 Cod. Ass. con l’obbligo di intervento della compagnia assicurativa. Sarà il singolo medico che dovrà avere l’accortezza di citare la propria assicurazione.

11° Forum Risk Management: IL DDL GELLI – Il punto di vista di ANIA

La Presidente di Ania, il Segretario Nazionale SISMLA Raffaele Zinno, il Direttore UOC Med. Leg. AUSL Toscana SE Prof. Pasquale Giuseppe Macrì, Dott. Giovanni Cannavo Presidente Soc. Melchiorre Gioia, Avv. NAtale Callipari Presidente Osservatorio Nazionale Responsabilità Medica
Dott.ssa Maria Bianca Farina -Presidente di Ania , Dott. Raffaele Zinno- Segretario Nazionale SISMLA , Prof. Pasquale Giuseppe Macrì-Direttore UOC Med. Leg. AUSL Toscana SE, Dott. Giovanni Cannavò-Presidente Soc. Melchiorre Gioia, Avv. Natale Callipari-Presidente Osservatorio Nazionale Responsabilità Medica

intervento-presidente-farina-forum-risk-firenze_01-12-16

Si è chiuso con un grande affluenza di partecipanti ed alla presenza di relatori di altissima levatura l’11 Forum Risk Management.

In particolare il 1 dicembre si è svolto il gremito convegno sulla “Responsabilità professionale-DDL 2224”.

La Presidente di ANIA ha ricordato a tutti presenti che la mancanza di sicurezza nelle strutture sanitare ed una inadeguata copertura assicurativa è una perdita per ambo le parti, sia per gli operatori del settore che per i pazienti.

La Presidente ha ricordato come nelle strutture sanitarie sia pubbliche che private il bilancio di esercizio sia unitario, ragione per la quale ogni risorsa destinata al risarcimento di un danno è una risorsa non allocata in innovazione e sicurezza, col rischio di rendere ancora più probabili ulteriori danni nel futuro.

Proprio in quest’ottica la Presidente di ANIA ha rivoto un plauso al DDL in quanto introduce serie misure di mitigazione del rischio (risk management), ribadisce l’obbligo di assicurazione per gli operatori e rende prevedibili i risarcimenti estendendo l’applicabilità delle tabelle per il danno biologico dettate dagli artt. 138 e 139 Cod. ass. anche  alle strutture sanitarie.

La principale critica che la dott.ssa Farina ha svolto al disegno in oggetto ha riguardato l’auspicata revisione possibilità di utilizzo dell’«azione diretta» da parte del danneggiato (previsto aumento numero di contenziosi e costo dei risarcimenti) nonché l’unificazione di un Fondo, che unifichi il Fondo di Garanzia dell’attuale decreto e il Fondo «Balduzzi».

Forum Risk Managment 2016 -FIRENZE

In programma tra il 29 novembre ed il 2 dicembre 2016, a Firenze, il più importante forum nazionale sulla gestione del rischio clinico.

Anche quest’anno saranno numerosi gli eventi ed i convegni ai quali prenderanno parte tutti i soggetti interessati dalla problematica della gestione del rischio in sanità.

Quest’anno il maggior evento italiano sulla sicurezza in sanità si svolgerà a Firenze presso la Fortezza da Basso.

Nella mattinata del 1° dicembre vi sarà l’analisi dell’ “Art. 10. Obbligo di assicurazione” del DDL 2224.

Presiederà al dibattito l’Avv. Natale Callipari, Presidente dell’Osservatorio sulla Responsabilità Medica.

Il programma completo in continuo aggiornamento è reperibile al seguente link:

http://www.forumriskmanagement.it/index.php/programma-integrale-forum-risk-11